Non è tutta merda ciò che puzza

Man mano che resti in un posto, le cose e le persone si sbracano, marciscono, e si mettono a puzzare apposta per te (Cèline – Viaggio al termine della notte)

Cèline aveva ragione.

Se resti per un tempo sufficientemente lungo in uno stesso posto, gli oggetti stessi, oltre alle persone che, come te, restano, cominciano a marcire e puzzare.

Ciò non vuol dire che è tutta merda intorno a te, ma la puzza di solito è un grave indizio.

Silvia non ha capito.

Del resto nessuno le ha spiegato granché.

Il boss le ha detto in una riunione di staff (vale a dire davanti a tutti i colleghi, me compreso, del dipartimento):

Silvia, come ti vedi a 5 anni da ora?“.

Un bel po’ più grassa…”

Intendevo dove, più che come“.

Come?“.

Dove“.

Quando?”.

“Seee fuori piove…Sivlia le aspirazioni, ci vogliono, le aspirazioni, aspirazioni adeguate, tu mi capisci”.

“Mi stai proponendo di diventare senior? Ma è fantast…”

“No, no, per ora no, ma lasciamo passare tempo, magari, che ne sai, ti guardi intorno e vedi altre porte”

Silvia esce dall’unica porta che è in grado di vedere, quella dell’ufficio del boss.

Il boss è il primo a rompere l’imbarazzato silenzio che è sceso sullo staff, tutto al corrente dell’imminente siluramento di Silvia:

“Secondo voi ha capito?”.

“NO, decisamente NO”.

“Beh, non è tutta merda ciò che puzza, Silvia lo sa”.

La libreria polverosa alle sue spalle ha lanciato un sinistro scricchiolio, mentre spandeva un laido putóre.