Buoni o cattive [della vita, della morte e dei miracoli di un idiota]

MOSCA – SALA DA BILIARDO

Principe Myškin: “Le ho dovuto dire ti amo, okay? Passami il sigaro”

Tockij: “Te l’ha passato poi il sigaro? Ah dicevi a me, tieni tieni…ma te la sei bombata almeno? Eh?”

Generale Epančin: “Passami il bourbon, no! Bestia! Non quello….che domande poni, Tockij, no, non l’ha sfiorata, lui le ha tenuto il capo chino sul petto mentre dal cielo indaco percolava nero di seppia sul crepuscolo amaranto…e’ OVVIO che se l’è bombata, idiota! Perché pensi che Dio abbia dato alle donne tutti quei buchi, per il minigolf?”

SAN PIETROBURGO – SALA DA THE

Nastas’ja Filippovna Barashkova: “Il principe mi ha detto ti amo”

Adelaida: “Oh Nastas’ja! A quando i confetti?”

Generalessa Epančin: “Signorina Filippovna, l’industria confetturiera di Sulmona si sostiene sui tuoi matrimoni”

MOSCA

Myškin: “Andiamo generale, andiamo, beh, sì, un po’ me la sono bombata, okay? passi un cubano anche a me, okay? ma solo di sera, il problema è che ho impollinata Alexa…alla prima botta, okay?”

Tockij: “Hai schiacciato? Eh? Hai trivellato? Eh? Sai come le si gonfieranno le tette ora! Beato te, eh?”

Generale: “Ahah pisello fumante! Vecchio porco! Stasera si va a puttane per festeggiare via! Offre il generale”

SAN PIETROBURGO

Nastas’ja: “Stavolta è diverso”

Adelaida: “Oh Nastas’ja! Sono così lieta per te, sarà una favola!”

Generalessa: “Diverso? Gli è caduto il pisello? O gli è cresciuto il cervello?”

MOSCA

Myškin: “Meno male sono in trasferta, con skype vai di parole d’amore sublimi mentre la “coperta” ordinata al portiere è lì in ginocchio tra i tuoi ginocchi che ti aspira come un Folletto, okay?”

Tockij: “Te l’ha ciucciato? Eh? Te l’ha ciucciato mentre parlavi con Nastas’ja, eh?”

Generale: “Ahah Vecchio porco! Ti sei fatto un bel piatto di cozza a pecorino, eh? Ora non è che vuoi abdicare a dormire in diagonale nel letto per il resto dei tuoi giorni? Perché ti amo?”

SAN PIETROBURGO

Nastas’ja: “Me lo ha detto fissandomi negli occhi, gli credo”

Adelaida: “Oh Nastas’ja! Se te l’ha detto scrutando dallo spioncino dell’anima, è proprio degno del suo attributo, che principe quel principe Myškin!”

Generalessa: “Non è che per caso aveva le mani sulle tue tette mentre ti fissava i buchi…dell’anima?”

MOSCA

“Cosa dovevo dirle, generale, mi fai cagare? Sono a San Pietroburgo questo week end, okay? e non ho un solo rublo. Insomma, un ti amo mi pare un prezzo onesto per una ciulatina, okay? Sperando salti la lezione di salto con l’asta”

“Ma se è una mezza nana? Bah come ci piace l’asta alla femmina, come ci piace, guarda, eh? Eh?”

“Ahahaha ragazzi, che simpatici siete voi due…principe occhio a non infilarla l’asta un’altra volta nell’ovulo! Senza rubli in tasca dovresti vasectomizzarti; Putin mi ha chiesto di andare in Africa a dirigere una spruzzatina di sterilizzante, partiamo con dei bombardieri ultimo grido, sai, riserva speciale Lenin”

“E se pure fosse chi sono per oppormi ai disegni di Dio? Se l’Altissimo ha deciso che Nastas’ja mi ciucci ancora un po’, amen e così sia! Ahahah ma stia tranquillo, generale, Nastas’ja ha oltrepassato la soglia della menopausa da un bel pezzo, okay?”

SAN PIETROBURGO

“E’ a Mosca, ci sentiamo via skype. Anche quando è qui a dire il vero, ecco, non viviamo insieme, viene a salutare sua figlia ogni tanto. Di solito io non ci sono neppure, del resto voi mi capite. Oggigiorno, una donna, ah, che sofferenze! Ah, bisogna esser eroine per aver figli, oggi giorno. Anna Karenina, Anna Frank, Rosa Parks, Catherine Earnshaw, Milady de Winter, puàh, tanto osannate, non mi risulta nessuna di loro abbia mai avuto al lunedì pilates, al martedì allenamento per triathlon, al giovedì pesca subacquea, un profilo facebook da mandare avanti, la consegna delle bollette a qualcuno che le paghi, che donne erano mai, puah, neppure un blog, un tweet, men che meno si son mai ritagliate un’ora per un viaggetto oltreoceano…ma dico, vuoi rinunciare a respirare solo perché hai portato nove mesi due cellule nella pancia?”

“Oh Nastas’ja! Ma allora è proprio indegno del suo attributo, che stronzo quel principe Myškin! E no, come rinunciare al triathlon, forse forse, ma solo per le berbere del Sahara, dico che uno potrebbe, ma forse, non son sicura, se proprio è berbero, rinunciare alla pesca subacquea, ma il resto…no? scherzi? vuoi che tua figlia abbia per mamma una depressa insoddisfatta? Eh? No dico vogliamo arricchire gli psichiatri? eh?”

“Sei degna di lode, Filippov’na. Allevare da sola una bimba senza nutrice né uomo…coltiva sempre le tue passioni, sono il coito dell’anima tua spaurita come fili di grano al sole d’ottobre…ma senti un po’, dunque, vi rimettete insieme tu e il principe? Ti amo è un impegno irrevocabile”

“Penso proprio di sì. Ne sono sicura. Li conosco gli uomini. Meglio di quanto si conoscano loro stessi” 

MOSCA

“Ahahha senti ma Nastas’ja lo sa di Alexa? Eh? Lo sa? Eh? Allora? Eh?”

“Ehm, diciamo che è al corrente della convivenza, okay?. Ma le ho giurato e spergiurato più volte che giriamo in burqua a casa e dormo sul divano e insomma il biscotto lo inzuppo solo con lei, le ho detto che amante vuol dire colui che ama, del resto filippovna è derivato da filomena, le ho citato persino Alda Merini ‘si dimenticano spesso i figli, non gli amanti‘, okay?

“Ma non è vero, deriva da Filippo!”

“Si è bevuta pure questa stronzata del nome? Sei proprio il principe della…risata hahahah”

“Ma lei non lo sa hahahhaha”

“Ahhaha oh zitti zitti è Irina, la zoccolona del bocciodromo! zitti perdio…pronto? Venerdì? Ma certo, stanza 243, ti aspetto…mmm…uhm…non posso parlare…lo sai, sì lo facciamo…sì oh sì….ti amo….”

SAN PIETROBURGO

“Che disdetta. Un meteorite ha colpito la sede centrale del KGB”

“E a te che ti frega?”

“Il principe non potrà venire, e sì che eravamo sull’orlo di un’alba dorata”

“Ma non lavorava alla Nato?”

“Beh in questi casi ci si aiuta, no? Adesso smettiamola coi luoghi comuni che gli americani non possono vedere i russi. Eh. Cresciamo, su”

“Oh hai ragione! La cooperazione tra i popoli” d..

Se ciao, la pace e la fine della fame nel mondo”

Advertisements