L’altra parte della faccenda, meno romantica

Note

 


0.   Qualcuno (per sapere chi vedi nota 00) qui sbiancherà per 2½motivi.

 

1.  1° perché quel qualcuno (rivedi nota 00) non ha mai osato anteporre le note al testo, come in questo post che contiene volutamente solo una nota “zero” (cioè la nota 00)) a simboleggiare l’inizio di una nuova Era nell’esplorazione delle note, con un rimando ad altre 22 note di cui 11 nota è questa presente nota n. 11 (per sapere di quale nota parlo vedi nota 11).

2. 2° perché quel qualcuno (già sapete chi dalla nota 0000000000) non riuscirà ad anteporre le sue note al testo – con formattazione giustificata – con il mark-down, mentre io l’ho appena fatto.


Io: “Muoviamoci, che Genova27 arriva in 4 minuti”

Fidanza: “Dai, c’è tempo, 1 minuto e scendiamo”

Io: “Non ti agitare”

Fidanza: “Non sono agitata, tu dàtti una calmata”

Io: “Ok, niente agitazione, non mi agito, ma tu non ti agitare. Scendiamo dà”

Fidanza: “Stai calmo”

Io: “Non ti agitare, ti prego”

Fidanza: “Non MI agitare!”

Io: “No, non ti…stai calma…”

Arriviamo dove dobbiamo arrivare.

15 minuti dopo…

Io: “A che ora era?”

Fidanza: “Alle 15:000

Io: “Ora vado a parlare con la segretaria, non é possibile che uno prende appuntamento e poi deve fare anticamera, aspettare turno, ma allora che ho prenotato a fare, paghiamo fior di fior di…”

Fidanza: “Non cominciare…”

Io: “Ma tu sei incinta, non dovresti fare la fila”

Fidanza: “Se non te ne sei accorto sono TUTTE incinta, siediti e aspetta, dopo ci devo venire io ogni mese qui, non metterti a questionare”

Io: “Ok, peró non é giusto…ora non ti agitare…”

Fidanza: “Non MI agitare! E non cominciare con le domande, lascia in pace alla ginecologa quando entriamo, datti un contegno, capito?”

Io: “Capito…ma nemmeno una domandina una?”

Fidanza: “Niente domande, quello che ci deve dire ce lo dice lei senza che chiediamo, non fare al tuo solito, non fare battute, non socializzare e soprattutto NON fare domande, quello che hai letto su internet la mia ginecologa non é tenuta a confutarlo né confermarlo, insomma.. ni-en-te do-man-de, intesi?”

Io: “Intesi, niente domande, non faccio domande”

Fidanza: “Assolutamente, niente domande”

Io: “Mi avvarrò della facoltà di non porre domande, tranquilla, non faccio domande”

Fidanza: “Non fai domande, nossignore, niente domande”

Io: “Giuro, niente domande, non ne faccio neppure una”

Fidanza: “Zero domande”

Io: “Niente domande, bene”

Fidanza: “Bene”

Io: “Fantastico…ma non ti agitare”

Fidanza: “Non MI agitare…”

Ginecologa: “Allora…innanzitutto complimenti, voi siete gli amici di Grea, vero?”

Io: “Puó mangiare la ‘mpepata di cozze?”

Fidanza: “Avvoo”

Io: “É vero che non puó mangiare patate esposte alla luna? Ma la amuchina é meglio del bicarbonato? Il caffé è vero che é vietato come il piccante, le spezie, la carne cruda, di maiale, i crostacei? É vero che é meglio dormire sul fianco destro? Lei che ne pensa del parto in acqua? E la diagnosi non-invasiva prenatale genetico-chiromantica? Amniocentesi sì o amniocentesi no?”

Ginecologa ignorando tutte le domande in blocco: “Si spogli pure lí”

Io: “Ma conosciamoci prima un po’ meglio tesoro”

Ginecologa (che non ha colto minimamente l’ironia): “Lei no, puo’ rimanere vestito e anche zitto, se riesce”

Io: “Il sesso è vero che è vietato dopo il 3°3 mese?”

Ginecologa: “E’ troppo tardi per i divieti, mi spiace per sua moglie”

Io: “Glielo dica anche lei che deve mangiare per due, sono in due, no? O è gemellare? Ma non è che da lì dentro il bambino mi vede il coso se faccio sesso “spinto”?”

Fidanza: “Avvo…AVVOOO”

Io: “Il sesso alla missionaria è vietato, vero?”

Fidanza: “AVVO ti supplico!”

Praticante ginecologa si infila un guanto e prende uno strumento che somiglia ad un vibratore dimagrito.

Ci spalma sulla punta una sostanza che somiglia a grasso per catene, solo di un colore azzurrognolo.

Infila il vibratore anoressico in un posto intuibile, e su un antiquato e cubico monitor sgangherato appaiono linee grigio topo su sfondo nero (ecco dove sono finiti i vecchi monitor del commodore 64…).

Io: “Quanto é alto?”

Praticante (ignorandomi e rivolgendosi alla ginecologa): “Liquido amniotico abbondante”

Io: “E’ buono o male, abbondante?”

Praticante: “Collo dell’utero chiuso”

Io: “Come esce allora?”

Fidanza: “Avvo per piacere!”

Io: “É maschio o femmina?”

Praticante: “Non so se si riuscirà a vedere, considerando che é alla QUINTA settimana…”


Nota sborona

3 .   Avrei potuto esagerare aggiungendo una nota DENTRO il testo, né prima (come mai prima d’ora fatto da nessuno) né dopo il post, tra le altre cose, ma non mi pareva il caso di infierire Ω.


Io: “Come faccio a esser sicuro sia mio? Dall’ecografia si vede?”

Ginecologa: “No, ma le basta aspettare”

Io: “In che senso, scusi?”

Ginecologa: “Lei aspetti che cresca, se crescendo somiglierà sempre di più ad uno stronzo, è suo (cit.)”

Fidanza: “AVVOOOO-OOOO…ecco…lo sapevo…”

Io: “Si vede? Eh? Si vede?”

Ginecologa: “É la sua prima gravidanza?”

Io: “Si vede, allora? Allora, eh, si vede?”

Ginecologa, facendo sfoggio di un sorriso della serie “mo ti sistemo io”: “Sentiamo il cuoricino”

Praticante pigia un tasto sulla macchina infernale collegata al monitor del commodore 64 e al vibratore deperito.

Tum tum tum tum tim tum tim tum tum tum

Tum tum tum tum tim tum tim tum tum tum tu

La ginecologa la sapeva davvero lunga.

Ho smesso di porre domande.

In quel suono ancestrale, in quel richiamo che sembrava provenire dalle viscere di Stonehenge, in quei dieci secondi ho trovato risposta a tutte le domande, anche quelle che non sapevo di aver mai avuto dentro.

Advertisements