Mare d’amore

sea-dawn-nature-sky-sunset-vacation-weather-ocean-sun-boat-vietnam-2880x1800

A noi non devi dire che la vita è dura.

L’abbiamo fatta talmente a pezzi che dalle pietre abbiamo ricavato marmellata.

Non devi dirci che è meglio fregarsene: non ci riesce.

Anche per una persona mai vista, incontrata su un social, riusciamo a commuoverci per i suoi guai e a sentirla vicina.

E non fa niente che è virtuale.

A quelli come noi non importa perché noi sappiamo che nella vita tutto ciò che vale la pena è virtuale: cosa provoca l’arte, se non un moto virtuale e interiore?

Cosa ci restituisce la visione di un film?

E l’abbraccio di un amico, se lo spogli del virtuale, e ci lasci solo la meccanica di stoffa su stoffa, se lo guardi con gli occhi del reale, che senso può avere?

Tutta la vita è una splendida e enorme esperienza virtuale di aspetti nascosti tra le pieghe del reale.

L’ombra del sole sui muri, il profumo del gelsomino spappolato tra le mani, il fruscio di un rivolo d’acqua che cade dalla bottiglia che qualcuno ha inclinato verso il tuo bicchiere, sarebbero niente, se non rimandassero dentro di noi la eco virtuale di tutte le nostre esperienze passate, di tutte le notti di buio che ci fanno inneggiare a quelle ombre di luce sul muro, di tutto il fetore del mondo marcio che c’è toccato inalare, di tutta quella sete di vita che ci ha fatto morire prima di bere quell’insignificante rivolo d’acqua dalle mani di chi ci ama e ci vuole dissetare.

Questa vita, per noi che la viviamo dall’altro lato dei sogni, è un bicchiere d’acqua freschissimo. Solo un sorso c’è dato da bere. Ma in quel sorso, grazie alla nostra immensa vita interiore, ci vediamo una distesa infinita, un mare d’amore.

Advertisements

38 thoughts on “Mare d’amore

  1. “Non devi dirci che è meglio fregarsene: non ci riesce.

    Anche per una persona mai vista, incontrata su un social, riusciamo a commuoverci per i suoi guai e a sentirla vicina.

    E non fa niente che è virtuale.”
    Hai riassunto la storia della mia vita in poche righe. Bellissimo articolo!

    Liked by 2 people

    • tesora! spesso è vero…. e poi il bello è che a volte si incontrano stranamente persone che ti porti dietro anche se sono lontane…. e quando poi riesci a vederti, o ti “senti al telefono” ( 😀 ) è come se ti conoscessi da sempre!
      M ovvio che non è così con tutti! baciuzzi!

      Liked by 1 person

      • Hai ragione non è con tutti che si ha questo feeling speciale! Ma con chi si ha davvero questo rapporto speciale un giorno senza sentirsi…anche solo per un ciao senti la mancanza😘😘😘

        Liked by 1 person

      • oddeo che vero….. ma sai che sei davvero sensibile tesò… anche ora che ci chiacchieriamo al telefono si capisce! uno dice… e che sarà mai un ciao non detto una volta…. boh.. significa che non sei trasparente! bacio tesora! beh oh… ci ho messo solo cinque gg a rispondere…. qualche tempo fa ci averei messo cinque minuti… mmmmhhhh! boh!

        Liked by 2 people

      • invece sembra… sembra! boh… allora sono fatta male anche io… io magari al visualizzato a volte non faccio caso… o anche si…e se ci facccio caso ci rimango maale anche io… perchè non costa nulla scrivere una parola di risposta… oppure se uno ti parla e non essere risposta…. ghhhhhhhh! ah e io dentro a sta cosa digitale i like non li guardo…. preferisco una chiacchierata o il solito saluto di cui parliamo…. ma se tu dici che siamo fatte male noi… probabile ssia così

        Liked by 1 person

      • ohhhhh!!! è che c’ho da fare di la! 😀
        mado, non ci sto venendo più qui su wp! e tu ancora meno…..
        ti abbiamo smielato un po’ i commenti con sbarellen! non mi ero resa conto!

        Like

  2. Tanta verità celata dietro ad un velo di tristezza. La tecnologia, il progresso che ognuno di noi inevitabilmente “subisce” ogni giorno…che tanto evoluzione poi non è..! Un’altra cosa sulla soffermarsi un po’ a pensare… Grazie Avvo

    Liked by 2 people

  3. Non saprei.
    Ti commuovi per la ragazza malata di cui trovi traccia sul social.
    Ma un minuto dopo stai telefonando.
    Un minuto dopo stai bevendo un caffé.
    Un minuto dopo stai usando WhatsApp.
    Un minuto dopo stai scrivendo un post.
    E la commozione, magari vera-reale-tangibile, l’hai già dimenticata.

    Liked by 1 person

  4. Sarai pure virtuale, ma ti sento vibrare d’emozioni reali e concrete insieme alle tue parole che, come di consueto, pennellano incanto o – di converso – graffiano ironia.
    Non tutto ciò che passa sul web ha un senso, ma tu riesci a dare un senso a ciò che ci passi via web!
    E, in fondo, virtuale viene da virtù….

    Like

  5. I brividi lungo la schiena mi hai fatto venire! Quelli che ci voleva con questo caldo. Te ne sarò sempre grata.
    Quando scrivi così ti.. ti… tittirittitì tarattatà …

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s