Svegliatemi quando tutto questo finirà

Chiedilo alla pioggia

Il suo lungo cadere

Giù dall’alto del cielo

Dritto verso la bolgia

Di terra e barriere

Per morire di gelo

Nella bruma d’ottobre

Finché raggio di sole

La sciogliesse nel greto

di un fiume che scorre

Nel bel mezzo del cuore

Di un bimbo mansueto

Chiedi alle mie rughe

le tue mani callose

se mancano ancora

il grano alle spighe

le spine alle rose

un albero a prora

Come fiore reciso

senza più le radici

ho petali al freddo

il gambo è eliso

Ma affondo narici

ne’ giorni che ho perso

del futuro passato

E mi chiedo sovente

dove mai ho sbagliato

Se poi io veramente

senza mai un afflato

ti son figlio davvero

o proprio un bel niente.

 

Advertisements

40 thoughts on “Svegliatemi quando tutto questo finirà

  1. Che facciamo torniamo indietro?Stiamo arrivando alla fine di febbraio che già ci rimandi a settembre? … Effettivamente, sai che ieri sera mi sembrava di essere d’avvero all’inizio dell’autunno? Non troppo freddo, tanta umidità e foglie cadenti…
    Bellissimo testo, grazie per averlo condiviso…
    Un caro saluto…

    Liked by 1 person

  2. I bambini non hanno colpe. MAI.
    Se da una parte ha avuto una mancanza enorme, dall’altra hai avuto tanto pieno.
    Sei uno SCRITTORE vero. Anche le poesie in rima e le favole…
    E si hai ragione, i nostri bimbi hanno troppo…
    E mi son appena buttata e ti ho abbracciato! Sei comodo!
    Ciao avvo buona serata!

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s