L’ultimo Abele – storia di un’ossessione

Bozza Copertina b-w5*
Un bellissimo spreco di tempo, un’impresa impossibile
Jovanotti


***
Una forza della natura. Tipo terremoto. O una marea. Di Merda
Il Vernacoliere


Un professore inglese invitato ad Harvard alle Norton Lectures.

Perseguitato da un individuo ossessionato dal manoscritto ereditato da due persone che parrebbero essere i suoi genitori.

Una causa per plagio che ha costretto l’autore a rinunciare all’originario titolo L’ultimo Caino: Storia di un’ossessione, redenzione ed espiazione.

Sei sicuro che nessuno ti stia osservando da dietro la finestra?

Sei davvero sicuro che nessuno ti presenterà il conto per quei soldi che trovi ogni tanto nel locale contatori, in quella busta bianca infilata sotto la porta, o sotto il vaso dei giacinti?

Le apparenze ingannano.

E i nomi sono pura, evanescente apparenza dell’essere uomo.

Io non vedrò mai questo libro.

Verrà dato alle stampe dopo che avrò reso l’anima a Dio.

Ormai ci siamo quasi.

Non sarò io a raccontarvi la mia storia, ma l’unico grande amore della mia vita.

L’ha già scritta e io l’ho già letta.

E’ la tragedia in tre atti di un avvocato emigrato e di un bieco tradimento, che non meritavamo.

E’ la storia di un Caino celato dietro un nome innocente quanto Abele.

E’ una storia di redenzione ed espiazione, di un’autentica ossessione consumata al buio degli anni.

Ma non lasciatevi ingannare.

Non credete a una parola.

Non credete ai vostri occhi.

Perché niente è come sembra.


Arriva il libro di Avvo.

A novembre nei peggiori bar di Caracas.

E nella locanda di Patty. Che quando ci entra Niphus è molto peggio dei peggiori bar di Caracas.

Stay tuned guys.

Stay tuned.

Advertisements

447 thoughts on “L’ultimo Abele – storia di un’ossessione

  1. Pingback: Flash Avvo Tag [con concorso occultato] | Le Hérisson

  2. Pingback: Avvocatolo’s TAG | Il Cuore di Beatrix Creazioni a maglia ed uncinetto

  3. Pingback: Flash Avvo Tag [con concorso occultato] | LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

  4. Pingback: Premio Almeno Tu | Almeno Tu

  5. Pingback: Missione quasi fallita … | Le Hérisson

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s