Dai Diari di Abele, Caino, Adamo ed Eva [e di Set] – Parte Penultima

E fu così che Adamo un giorno, all’incirca il 1.000.000.000 a.C., si incamminò lungo la battigia dell’isola dell’Eden con un fascio di foglie di fico in mano.

Lei, signor lettore, sì lei che viene da quel mondo oscuro chiamato blogspot, cosa sta borbottando?”.

“Non era unisola l’Eden! Pure Milton lo sa!”.

Lei ignora che l’Eden era un’isola, non un giardino, dunque?”.

“Avvocatolo, lei sta scrivendo un’eresia, sarebbe bene che si documenti”

Si documenti lei, lettore ingrato, badi bene, in aramaico antico la parola “giardino” ha il suono fonosintattico identico a quello di “isola”, da qui l’inganno tralatizio che  ha portato per secoli le persone (e gli animali, per quanto nessuno di loro se ne sia ancora lamentato né avveduto, tranne me) a pensare al “giardino” e  non all‘Isola dell’Eden. Se non si fosse trattato di Isola, bensì di giardino, Lei crede, o sprovveduto troll, che le mele sarebbero andate così tanto a ruba e che il Signore l’avrebbe fatta tanto lunga per un torso?”.

Tornando all’Isola dei nostri quattro (famosi, loro sì), è un po’ come la storia della similitudine tra (A) la difficoltà per i ricchi di accesso al club del Signore e (B) la (retorica) facilità di infilaggio di un cammello nella cruna di un ago.

Che razza di proverbio sarebbe se non si sapesse – come si sà – che una gomena in una cruna è un passaggio improbabile e difficile quanto l’ingresso di un ricco nel Regno di Osannah, ma sicuramente meno improbabile che vedere cammellate avviarsi verso dune di crune. L’errore si è protratto tralatiziamente per secoli in parte a causa della oralità delle prime fonti, in parte a cagione della scarsa reperibilità in commercio di Amplifòn e cottonfioc nei tempi che han preceduto l’avvento della stampa. Anche in tal caso si trattò di una confusione tra fonemi, quelli di “Cammello” e “Gomena”, sempre in aramaiGo antiGo.

Tornando a Caino, costui, insospettito dal numero di foglie di fico che l’atavico progenitore del genere umano recava in una mano, si mise all’inseguimento a distanza di 500 metri calcolati lungo un’ascissa curvilinea (diremo d’ora in poi a.c., con la c. minuscola per ovvie esigenze distintive da altri ben più noti acronimi).

Abele, bontà sua, decise di porsi all’inseguimento a 500 metri a.c. da Caino, 1000 metri a.c. da Adamo.

Eva, che ne sapeva una più del diavolo e tramandò tale sapienza alle donne (sempre per via orale, ragion per cui ci sono donne che ne sanno un po’ meno di una in più), si pose a 1000 metri a.c. di distanza da Abele, ben sapendo che non c’era alcun rischio di perdere di vista Abele.

Dal Diario di Abele

Babbuccio è con qualcuno! Vedo due paia di impronte…

Dal Diario di Eva

Adamo è con qualcuno!

Lo sapevo, sempre a far baldoria senza di me.

Vedo chiaramente altre due paia di impronte accanto alle sue.

Non sembrano di donna…meno male, ci manca solo che debba ingelosirmi di qualche sgallettata…

Dal Diario di Caino

Il vecchi porco è con qualcuno!

Ma da dove spunta fuori tutta questa gente???

Vedo distintamente 7 paia di impronte oltre quelle di Papà!

E DUE SONO DI DONNA!!!

Il vecchio porco è dedito alle orge!!!

L’ho sempre saputo…

Ah, maiale (porco!) che non sei altro, vedrai, vedrai, cosa ti combino, non solo mi farai uscire la sera ma le tue concubine concu-pisceranno con me ogni sera!

Acceleriamo, facciamoci ora il mazzo ma poi se ne rallegrerà il mio [TESTO INCENERITO].

Dal Diario di Abele

Babbo babbino evidentemente raccoglie proseliti, forse intende fondare una Chiesa?

Vedo tante tantine tantillime impronte…se il computo non mi è fallace, sono ben 12, e 3 di donna!

Fu così che ad un certo punto Adamo scorse Eva, da tergo, perché essendo 2500 metri l’ascissa curvilinea maggiore che si potesse tracciare lungo l’Eden (la circonferenza era appena minore, ma non starò a tediarvi con noie geometriche), lui si trovava a 500 metri a.c. da E. e E. era a 1000 metri a.c. da A. e A. era a 500 metri a.c. da C. il quale era (A) a 500 metri a.c. da A. e (B) a 1000 metri a.c. da E. e (C) a 2000 metri a.c. da (A.) e (D) a 2500 metri a.c….da sé stesso.

Eran trascorsi circa 7.500 metri a.c. prima che si accorgessero tutti che la moltiplicazione delle orme era dovuta non tanto ad un’antesignana parabola dei pani e dei pesci, quanto al loro circolare e reciproco inseguirsi in tondo lungo l’Isola.

Adamo fu, stranamente, il primo ad avvedersene, e immanente gridò “EVA”!

Eva non si girò.

Adamo urlò più forte “EVA” facendo arrivare la voce in alto, fino all’Altissimo!

Eva non si voltò.

Adamo si spazientì (complice un granchio agganciato all’alluce) e proruppe in un boato: “PUTTANA EVA!!!”.

Al che Eva si fermò, si voltò, e rispose “Sì che c’è?”.

Adamo la raggiunse, e dopo poco Caino raggiunse Adamo, e Abele raggiunse Caino, e furono tutti insieme, tutti a 2500 metri a.c. dalle loro stesse terga.

Al che Adamo, rivolto a tutti e nessuno, coma a dire a Uno e a Trino, disse: “Uagliù, ma me fate cagà  per una volta – in santa pace???”.

Dal diario di Caino

10/12/1.000.000.000 a.C. circa 

Pensavo usasse le foglie di fico per masturbarsi, invece era tenera tenderly.

Questo, almeno, è quanto sostiene.

Ma non me la conta giusta.

Nossignore.

No, Signore, non ce l’avevo con Lei.

Non se la prenda, ma non è che tutto il Mondo ruota intorno a Lei.

Dal diario di Abele

12/12/1.000.000.000 a.C. circa

Se potessi farmi prugna prugnetta aiuterei il caro babbo babbino in qualche misura maggiore di quanto non possa essendo semplicemente io, Abele Abelino Abelardo.

E’ rimasto dietro quella palma palmina due secoli seculorum se-cul-ini, e ha usato dopo solo mezza foglia di fico fichetto fichino.

E’ evidente che babbino mangia poca frutta!

Dal diario di Eva

31/12/1.000.000.000 a.C. circa [si andava in bagno solo a capodanno, all’epoca, n.d.avv.]

E ti pareva che non mi lasciava la tavoletta abbassata senza averla alzata!

Dal diario di Set

Si dimenticano tutti del terzo figlio di Adamo!

Me tapino.

Dal diario di Dio

01/01/999.999.999 a.C. [nessun dubbio, qui, sul “circa”, trattandosi del Diario di Dio, n.d.avv.]

Quei 4 sono stati lo sbaglio più grande che potessi commettere.

Anno nuovo, vita nuova.

Giuro su…niente, lasciamo stare, mettiamoci all’Opera:

Componi / Nuova Email da Dio / Rubrica / Noè / imposta priorità ALTA / 

Oggetto: COMPRA DUE BRACCIOLI

[TESTO DELLA EMAIL CRIPTATO]

Lei, lettore, pensavo d’averla eliminata, cosa c’è ancora?”

“Mi chiedevo quando uscirà l’ultima puntata”

“E’ appena uscita”

“Ma il titolo…non era parte penultima?”

“Ci ho ripensato

Advertisements

142 thoughts on “Dai Diari di Abele, Caino, Adamo ed Eva [e di Set] – Parte Penultima

  1. Niente. La costanza tra l’inizio e la fine è solo un’opinione. Ma in fondo questi post ci hanno raccontato dei pensieri primordiali, delle opinioni ante litteram. Dunque ci sta. E tu sei sempre geniale

    Liked by 2 people

  2. Uhhhhh…. Non puoi capí i vicini miei vecchietti wuanto rompono eruttando con la televisione a palla tutta la noche perchè non sentono. Pire quello de sotto gli bussa… E noi che una volta alle otto ce stavamo a perde le porta non so perchè e l’abbiamo riappostata, ce ao venuti a suonâ… Senti senti, fa rima pure co razzo e palazzo! Ma quando ricominciano gli esauriti?! Mo me vado a legge il diario penultimo, tanto sti giorni con tutti sti diari che girano…! 😜

    Liked by 2 people

      • Uffa… So cretini…! Visto dove hai scritto lettoRe e contento? Stavo facendo i grattini alla r per vedè se c’era significato nascosto… Forse si legge letto e contento, ve? So brava, ve? Haha

        Liked by 1 person

      • Ma che daveeeero…! Ma, caino fa fare la pipï alle concubine di adamo? Ma adamo è napoletaaaaano? Ma vaaa? Ma dopo tutto sto macello, c’hai fatto scervellä coll’aramaico che te conosci da quando sei giovine…. Finisce tutto cosï? Ma non puoi fare questo a chi ti segue ance nella boy band…! Perö il seepentello porello l’hai psoprio snobbato, invece lui alla finw è il bero protagonista dell’isolaaaaa!

        Liked by 1 person

      • Ma che daveeeero…! Ma, caino fa fare la pipï alle concubine di adamo? Ma adamo è napoletaaaaano? Ma vaaa? Ma dopo tutto sto macello, c’hai fatto scervellä coll’aramaico che te conosci da quando sei giovine…. Finisce tutto cosï? Ma non puoi fare questo a chi ti segue ance nella boy band…! Perö il seepentello porello l’hai psoprio snobbato, invece lui alla finw è il bero protagonista dell’isolaaaaa!

        Liked by 1 person

      • No vabbè… Non te volevo complimentâ… Ma sei il genio del male… O del bene… Ma che fai parte dei sceneggiatori di beautiful? Quindi, visto che adamo è andato finalme te al bagno… Arriverâ il diario serpentoso… Ma non è che poi dici che invece l’ha mangiato eva e dobbiam aspettare pure i suoi bisogni?

        Like

  3. Però Set arriva dopo, ad Abele morto, come si dice… 😉
    Non so, sono deluso perchè mi aspettavo il serpente, uff 🙂 Eppoi solo tu potevi pensare di finire con la penultima puntata!

    Like

  4. e con questo… ho completamente scordato la cattiveria nel cambiare il testo criptato… anzi no… ma resti geniale…
    ( lo dico qua… non ho commentato il post precedente… se è personale come sembra… un abbraccio) 🙂

    Liked by 1 person

      • nn mi ha fatto cagà, anzi, ridere molto…solo che c’ azzellat cu sta storia antica
        ” cos cos cos ” …” Stai con la signorina, che come al solito è bella e tosta?
        Poi te la porti in bagno e arrivi subito…
        Frecciarossa!” F.to iena white

        Liked by 1 person

  5. Pingback: gruppo moncler

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s