La Luna e i Marò (dolce far niente)

Senza titolo-1

Io adoro fare niente, o non fare niente, come si dice, non c’è niente di meglio.

Io alla gente che dicono che non ci saprebbero stare senza faticare, io non la capisco(no).

Dicono che si annoierebbe la gente, dicono, senza fatica.

BAH!

Io mi annoio a faticà!

Dopo 15 milioni di contratti di cessione di rami d’azienda, persino un comodato d’uso gratuito forgiato su modello Bassetti ti appare come una succosa novità.

Più in generale, dopo 15 anni che fatichi una fatica, diventa una fatica immane faticare!

Qualsiasi lavoro tu faccia.

Anche l’astronauta, per dire.

SOPRATTUTTO l’astronauta.

Uno da piccolo sogna, tesse trame di sogni, dice “mammà voglio fà l’astronauta come Юрий Алексеевич Гагарин (Jurij Gagarin)“.

Dite che non ci si può annoiare a fare l’Astronauta?

Ah si?

AVETE MAI PROVATO A PISCIARE PER 15 ANNI IN UNA SACCA tipo quella dove il salumaio vi mette le felle di prosciutto a voi che, cagacazzi di prima categoria, per quei 50 grammi di crudo nazionale, pretendete pure che il povero Cristo ci accapezzi la busta del sottovuoto (“Signò so’ du kili che faccio signò lascio?“), che poi ovvio che vi rifila una sacca per l’urina riciclata da Gagarin, che si ruppe pure lui, si ruppe proprio, schiantandosi al suolo, buonanima. E stiamo parlando di uno che in 88 minuti cambiò per sempre la storia dell’astronautica, mica voi che ve ne starete 15 anni, se vi dice culo, a coltivare spinaci su Marte.

Certo, se fossi diventato io Astronauta ci sarebbe voluta una busta con beccuccio extralarge* (*messaggio pubblicitario con finalità promozionale, non somministrare a donne in stato interessante, tenere al di fuori della portata dei PomPini), per Gigifaggella il beccuccio dovrebbe essere prodotto con tecnica laser a nano-metri, il suo coso è fatto di molecole più piccole delle molecole di H2O (“Gigifaggella, o’ cazz che respira…”).

Persino la Luna si annoia a girare intorno alla Terra, che è sempre quella, piena di Maro’ che attendono il loro processo.

Pavese ne sapeva qualcosa, se scrisse La Luna e i Marò prima di morire suicida, annoiato nientemeno che dalla stessa vita.

Come quel capolavoro d’ironia della sorte di Majakovskij “A Sergej Esenin“, che si chiude “In questa vita non è difficile morire. Vivere è di gran lunga più difficile” [Vladimir Vladimirovič Majakovskij, 1926], che voleva essere una parafrasi dei funesti versi (forse i suoi più famosi) dell’amico Esenin morto suicida: “In questa vita, morire non è una novità, ma, di certo, non lo è nemmeno vivere” [Sergej Aleksandrovič Esenin, 1925].

Come a dire, caro Esenin, ti piace vincere facile.

Beh, provate a indovinare come è morto quel sapientone di Majakovskij?

Eh, so tutti bravi a vivere col cadavere degli altri, come si suol dire…

Ma tant’è e tantecchia.

Ho avuto mille passioni, ma anche quelle riescono a venirmi a noia (astronomia, planetari, pesca, canne, anche non da pesca, panetti non della moltiplicazione dei panetti e dei pescetti, eh), tranne la passione per la gente (vabbè, ok, mettiamoci pure la passione per il tubero più famoso).

Che come diceva il vecchio porco del Bukowski, è lo spettacolo più grande del mondo (la gente, non la patata, eh).

E non si paga manco il biglietto.

E lo spettacolo, a noi attori incoscienti di quella tragedia che è la nostra vita (comunque inizi, comunque si dipani, finisce sempre nel modo in cui finisce ogni tragedia), ci pare originale, ma riprendendo le parole di uno dei tre summenzionati suicidi scritte ne La luna e i Marò(nna!), lasciatemi dire che “Di tutto quanto, della Mora, di quella vita di noialtri, che cosa resta? Per tanti anni mi era bastata una ventata di tiglio la sera, e mi sentivo un altro, mi sentivo davvero io, non sapevo nemmeno bene perché. Una cosa che penso sempre è quanta gente deve viverci in questa valle e nel mondo che le succede proprio adesso quello che a noi toccava allora, e non lo sanno, non ci pensano. Magari c’è una casa, delle ragazze, una stazione, c’è uno come me che vuole [NON FARE UN CAZZO, NDR] andarsene via e far fortuna – e nell’estate [VANNO A ISCHIA] battono il grano, […] tutto succede come a noi. Dev’essere per forza cosí. I ragazzi, le donne, il mondo, non sono mica cambiati. Non portano piú il parasole, la domenica vanno al cinema invece che in festa, […] le ragazze fumano – eppure la vita è la stessa, e non sanno che un giorno si guarderanno in giro e anche per loro sarà tutto passato. La prima cosa che dissi, sbarcando a Genova in mezzo alle case rotte dalla guerra, fu che ogni casa, ogni cortile, ogni terrazzo, è stato qualcosa per qualcuno e, piú ancora che al danno materiale e ai morti, dispiace pensare a tanti anni vissuti, tante memorie, spariti cosí in una notte senza lasciare un segno. O no? Magari è meglio cosí, meglio che tutto se ne vada in un falò d’erbe secche e che la gente ricominci.”

Io ricomincio da qui.

Advertisements

417 thoughts on “La Luna e i Marò (dolce far niente)

  1. dopo aver letto tutto questo luuuungo post, sono tornata più volte sul concetto del “beccuccio extralarge”… è grave?? ahahahaha 😀

    Liked by 2 people

  2. Bevi la versione leggera della famosa Cola per metterti in foto per la foto del giovedí?
    Ma sí Avvocatolo, cedi le redini del tuo blogghe ad altre, cosí non mi devo piú vergognare di commentare tanto un uomo!

    Liked by 2 people

  3. Ecchime qua! Ma me sembri Tom Hanks naufragato al lido Zi Mariuccia…non vedo il pallone Wilson. Una spece di capodoglio spiaggiato…se non fosse per la dolce vocina di tua figlia avrei detto che ti avevano mandato all’Asinara in regime di 41 bis… Ajò, riguardo alle allusioni sul beccuccio, oltremodo diffamatorie, per cui ho già dato mandato ai miei legali Pippo e Topolino di procedere, ti informo che mi hanno scartato alla NASA perché non avevano beccucci della mia misura e quindi avrei dovuto pisciare in un imbuto o nello spazio con tutti disagi del caso…
    Nel tuo caso corre voce in ambienti scientifici, che sei stato oggetto di studi al CERN (Centro Eunuchi Ripetenti e Nullafacenti) di Ginevra…non Ginny…te piacerebbe…
    Dall’analisi del microvolatile hanno trovato una particella nuova mai scoperta prima….il cazzitrone che, se adeguatamente stimolato, si accoppia con patatroni di analoghe dimensioni…La dottoressa Misstressen dell’Università di Norinverga è in lizza per il nobel a causa di questa rivoluzionaria scoperta…ahahahahahah
    Ma vai a lavurààààààààà

    Liked by 4 people

  4. Devo dirtelo: MAI COME ORA. Sei meraviglioso. E scopro anche che hai una figlia. Tocchi corde sensibili, amico mio. Da papà a mamma.

    Però qualcosa non mi torna: Gigi ha un faro al posto del pene. Garantisco.

    Liked by 2 people

  5. Donneeeee è arrivato l’arrotinoooo…ehm, no…
    Donneeeee è arrivato il guardiano del faroooo…no neanche questa…
    Donne, se volete che un faro illumini la vostra vita, chiamate ore pasti ed io farò (con l’accento) di tutto per illuminare le vostre parti più oscure…
    Se non dovessi rispondere, causa black out del faro (pò capità oh….), rivolgersi all’ufficio del mio socio Avvocatolo, Molo Beverello 69, terza sdraio a destra.
    Lui è specializzato in microinterventi, cambio lampadina, messa a terra (gli piace nu casino), water ostruito, pecorelle smarrite, derattizzazione, ecc… è noto come “il mago del sondino” o “l’anestesista”, entra dovunque e neanche te ne accorgi….ahahahahahah

    Liked by 4 people

  6. Caro Gigifaggella, prenoto un intervento urgente… Apra cortesemente la sua agenda e mi comunichi, entro fine mese, il primo giorno utile…
    Tempistiche? 😛

    Liked by 3 people

  7. Stavo lavando il faro e vedi che succede….Avvomini non perde occasione, in mia assenza, di tampinare tutte, e adesso sta cercando di sfilarmi l’Alice come un gatto mariuolo…spegni la torcetta guagliò…per la tempesta ci vuole qualcosa di più consistente…. ahahahahahah

    Liked by 1 person

  8. Non ti annoi a non far niete? Ma bravo avvocatolo! Così si deve fare. Che fatichino anche gli altri. Io ho già dato – invero poco, avvocatolo? –
    E va bene lavorare stanca.- diceva Pavese, quello della Luna e dei falò -. Infatti che ha fatto? Ci ha dato un taglio.
    Sei sempre sorprendente avvocatolo coi tuoi monologhi colti e illuminati

    Liked by 1 person

  9. Uhhh io sono a colori!
    D’altra parte in quanto comproprietaria di codesto blog mi spettava un ruolo di spicco.
    Anche se a dirla tutta, essendo socia di maggioranza me toccava il titolo colorato più su. Ma ti do ancora del tempo per accettare questa cessione d’azienda.

    Liked by 1 person

    • AHAHAHAH AHAHAHAHAH PUREEEEEE non solo è padrona dell’universo e a colori ma vuoule pure stare su. …sai che faccio mo cambio nome in alto quello prima de “nkn tutto loro luccica ” ahahahahah

      Liked by 1 person

      • 😂😂😂😂 aho dobbiamo un poco rivedere le nostre quote…ho parlato col commercialista e dice che potrei avere problemi a dichiarare do avere una patecipazione del MENO 10 per cento…i numeri negativi all’agenzia delle entratr ancora non lì conoscono…

        Like

  10. Mamma mia!!! E meno male che adori non fare niente….E meno male che sò tornata dalle ferie pen riposata, c’hai messo tutto: narrativa, filosofia, considerazioni, Pavese, Marò (madonna mia!)…me sò stressata, poi leggo: beccuccio extralarge…no, gn’a’ posso fà… co stò caldo….Anche io non m’annoio a non fare niente 😉

    Liked by 1 person

  11. bellooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ma quant’è bonaaaaa!!!!!!!!!!!! mo’ te sei riposato… poi fai i castelli di sabbia con gnocchetta!!!!!!! hihihihih!!!!!!!!!! io sabato ne ho fatti milioniiii!!!!!!!!!!!!!!! mi hai fatto scompisciare mentre ridevi!!!! sembravi un po’ siani mentre parlavi del far niente…

    Liked by 1 person

      • Wowo allora ci ho azzeccato!mo t’ho fatto arrossire io le radici quadrate… Dopo tutti i fari e gli arrotini di cui sopra…hihi!é che quando sento parlare napoletano mi si attorcigliano le budella? A che c’entra il cavallino?

        Liked by 1 person

      • Ci hai azzeccato eccome… (bisogna sempre leggere le avvertenze ehehhe) ti si attorcigliano nel senso che….babbè lassam perdere ehehrhe non era un cavallo ma una mucca che ride ma probabilmente tu lo vedi come cavallo perché non hai le icone super fighe che ho io 😂

        Liked by 1 person

      • Ti ruspondo qui perché non ho pulsanti di reply da altre parti….vedi che mi boicottanooooo… Io le icone non ce l’ho proprio… Forse…!una muccaaaaaa!ma sembra un asino! …ma io le avvertenze non le leggo mai…. Dici che sbaglioooo?ma é piû divertente così!si,si:le mie budelline non ci capiscono più nulla…

        Liked by 1 person

      • Sei in riunioneeeee?e stai pensando a burdellini,pisellini e patatine?dovete difendere uno che ha il benco di verdure al mercato?ma pensa se ti chiedono la tua opinione e tu:si,si dicevamo dei burdellin con freud che parla con pisellini e patatine…!sai tu che macello!hihi!

        Liked by 1 person

      • Ahhhash no stiamo parlando della Grecia…un cliente con contratti che deve eser pagato in euri da dei greci vuol sapere come sj calcola il cambio euro dracma se dovesse tornare la moneta greca e se può chiudere i contratti…e quindi stanno scorrendo due milioni di contrstti e io mi faccio due milioni di palle…secondo te aspetto che finiscano l’elenco per dirgli VE LA PIJATE NTER CULO in caso di uscita della grecia? O li blogggo subito? 😂

        Liked by 1 person

      • U mammina santa…. Che coscia grave grave… Mmmm secondo me aspetta… Tu ti fai due scatole,peró vuo miettere la tua risoluzione effecace e di effetto dopo che tutti si sono arrovellati il cervellino x risolvere…

        Like

  12. Pingback: Emozionami! Tag | ilmioblogpercaso

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s