Contagio

Elenco particelle fondamentali

Siamo fatti (e sin qui…) della stessa sostanza di cui son fatti i sogni.

Shakespeare la sapeva lunga, non c’è che dire.

Ma pure Nambu, Kobayashi e Maskawa, francamente, non scherzavano, quando ci hanno insegnato che le stesse pochissime particelle, riconducibili a sole 3 macro famiglie (quark, leptoni e bosoni, vedi foto), compongono tutta la materia visibile e invisibile dell’universo.

E, quindi, secondo i più recenti modelli cosmologici, voglio dire, recenti rispetto all’età di Andreotti (ma è vivo? o Gooogle?) Napolitano, che non si conta più in anni o giri di sole, ma la si calcola, l’età di Andreotti Napolitano, deducendola dalle abbondanze relative degli isotopi del carbonio. Quando lo fermano i carabinieri, a Andreotti Napolitano (ma QUANDO lo fermano i carabinieri, a quello?) pare che non gli chiedano “Presidè favorisca patente e libretto“, bensì “Presidè ci faccia tagliare una fettina sottilissima di braccio su questo vetrino, non si preoccupi, Presidè, bastano pochi attimi e pochi atomi per il metodo del Carbonio14 e compilare quindi il campo “data di nascita”. Se non comportasse alcuni rischi per la salute, lo si potrebbe anche segare in due e contare gli anelli, tutto sommato (e tutto segato).

Un altro metodo meno preciso sarebbe un raffronto tra le sue rughe e le modifiche al grado di inclinazione dell’asse terrestre.

Dicevo, secondo le recenti teorie evoluzionistiche, che pure meritano attenzione al pari di Shakespeare, tutto è riconducibile alle stesse 4 particelle di base, e se questo è vero, allora potremmo, senza timore di errare, riformulare il pensiero Shakespeariano come segue:

Siamo fatti della stessa sostanza di cui son fatti gli stronzi” (Avvocatolo, 2015 d.c.)

Se tanto mi dà tanto, possiamo spingerci oltre nella nostra ricerca della verità e affermare che anche i migliori di noi, noi tutti siamo fatti un po’ anche di merda.

E, onestamente, a me pare che nell’evoluzione darwiniana dagli organismi monocellulari, alle scimmie, passando attraverso i Mastella (a propò, ma che fine ha fatto?) e poi i Brunetta e i Salvini per arrivare poi, dopo altri millenni di lentissima evoluzione, all’Homo Sapiens e compagnia bella e a tutta la discendenza, dico, nell’evoluzione dell’umanità dal brodo primordiale di particelle in cui sobbolliva il sistema solare un attimo fa (nell’infinito vettore del tempo, qualche miliardo di anni è un niente, uno sputo, un prurito, un brivido del tempo), dicevo, oggi perdo sempre il filo, scusate, è che dovrei portare il cervello a fare la convergenza, il mio uncinetto mentale perde il filo perché ha le punte stondate dalla fatica di pensare, pensare, pensare, ostinatamente pensare su tutto, anche sulla macchia di inchiostro sull’ultimo bigliettino da visita, che faccio, lo consegno lo stesso?

No dicevo, nell’evoluzione che ha tracciato un preciso percorso – tipo quello dei pellegrini in visita alla Sindone a Torino, che Dio li abbia in gloria tutti, spero prestissimo, che ‘mortacci loro non si parcheggia più a Torino… – eh scusate dicevo che nell’accidentato ma netto percorso dal big bang (gang…) fino a me, a me, se conta il mio parere, a me dico pare che le tracce di stronzi nella sostanza di cui siamo composti oggigiorno superino di gran lunga le tracce di sogni. A me pare, insomma, mi si permetta almeno questo minimo sindacale, a me pare, dico, che le tracce di stronzi in noi siano ben più evidenti.

Non è che voglia sembrare o essere (capirai la differenza, certi giorni) cinico o disincantato, ma al mio culo ci ha preso il millennium bug. Succede, capite, che quando lo prendi in culo 99 volte, alla 100ima perdi il conto perché il tuo DNA è stato programmato, proprio come i Commodore 64 e i Pentium, con solo 2 spazi per contare il numero di volte in cui ti avrebbero inculato, essendo l’architetto della vita ottimista e avendo pensato, mentre sputava nel fango (la nostra origine da una sostanza marrone e tutt’altro che limpida pure mi pare rafforzi la rielaborazione del pensiero Shakespeariano di cui sopra), avendo pensato dico che 99 inculate sarebbero bastate se non agli stronzi per smetterla di incularti, quantomeno a te per indurti a smetterla di girare senza mutande e con le chiappe aperte a mo’ di anguria in esposizione.

E’ stato per tutto quanto uti supra che, quando dopo 3 ore di riunione con controparti agguerrite la mia boss continuava a strisciare le dita (prima lenta da destra a sinistra, poi un guizzo da sinistra a destra come a rilasciare qualcosa) su un pezzo di vetro che se non fossimo nel XXI secolo non sapremmo trattarsi di Ipad, mi sono un poco sfastidiato di fare il Sancho Panza della situazione senza il suo Don Chischiotte, ecco, e quindi dopo 3 ore che proiettavo su un maxischermo che UCICINEMAS ci deve fare una pippa a doppia mano carpiata, dico, dopo 3 ore finalmente mi sono illuminato come un lampione solare e scaldato come un calorifero in ghisa, lento ma inesorabile, e ho pigiato quindi una sequenza precisa di tasti sul proiettore: “source > impostazioni > ricerca nuovo dispositivo bluetooth > connetti > proietta” e all’improvviso 14 persone venute da mezzo mondo si son ritrovate ad osservare sul maxischermo un ENOOOOOORMEEE UCCELLO INCAZZATO (vedi foto).

images

Certe volte mi vien da chiedere fino a che punto mi abbiano contagiato.

Advertisements

105 thoughts on “Contagio

  1. Avvo, la prossima volta che mi spari fisica delle particelle in home page avverti, che poi mi piglia male e non capisco che stavo cazzeggiando davvero…
    E la reazione della boss quando ha visto comparire il SUO grosso uccello incazzato a tutto schermo?

    Liked by 1 person

  2. so che sembra incredibile ma anche Andreotti è andato… con Elvis e Michael Jackson dicono i maliziosi…
    e la sindone è un falso storico DOCUMENTATO… proprio vero, siamo sogni e ci piace sognare…
    in conclusione “Sandandò, facc’ a grazia!”………… 😛

    Liked by 1 person

      • anch’io devo essere stata poco chiara, perché non ti sei applicato per niente. e quando io chiedo qualcoa a un uomo mi aspetto che almeno ci provi.

        Liked by 1 person

      • No è che c’è così tanto cazzo su piazza che uscire in trasferta mi sembra anacronistico.

        Like

      • Chenneso Avvocatolo caro io clicco sul rispondi che trovo. In realtà sto rispondendo alla tua squisita ospite che mi sembra davvero un tipino dolcissimo. ah se potessi bermi un té con lei come ne sarei felice, é così di compagnia, per nulla frustrata, é così chiaro, piena piena di certezze e di assiomi e gentiiiiiile da morire, che da della piattolosa e della grassona a una sconosciuta senza batter ciglia e allora sì,signora contessa, ho le piattole e allora? e sono obesa che nemmeno Ferrara e con questo? pensi che insultare una sconosciuta ti porti da qualche parte? sei così priva di ironia che smetto perfino di sprecare la mia.

        Avvocatolo a te, invece, mi preme sottolineare, qualora occorra ma non credo, che la mia offerta é dettata esclusivamente dal fatto che io ADORO l’ironia di qualità come la tua e alle persone che mi fanno così ridere io mi dono con così tanta gioia che nemmeno un beone in enoteca, mentre il mio impedimento, oltre al pudore che comunque mi trattiene, ha a che fare con la vita, famiglia, distanze, affetti ecc. ecc. ecc. ma se vogliamo fare la colpa alle piattole oh sì: facciamolo, in fondo dei nostri limiti ci é ancora ignoto.

        Liked by 2 people

      • Ahhaahah la Silvana non è mia ospite…si ospita da sola 😂 cmq ho capito! Sorry ma wordpress è mattacchione. La sottolineatura Ginevra è superflua! Ma ti pare che posso mai fraintendere? Te lo ho detto e ribadisco: ti adoro senza se e senza ma!!! Anche io ADORO la tua ironia e allora giochiamo! Fregandosene delle provocazioni altrui! Smmmuack

        Like

      • No, la verità è che… volevo dartela eccome, ma… ehm… non so davvero come dirtelo… l’ho persa, Avvocatolo… l’altra mattina mi sono alzata e lei non c’era più. sono un po’ in ansia, capirai, la sto cercando dappertutto. Aiuto!

        Liked by 1 person

      • Cartellino gialloooooo siamo proprio al confine Silvà…diciamo che hai messo il piede sulla linea di fondo…un altro mm e canc canc…mi arraccumanno…

        Like

  3. A parte la costante delle feci nei tuoi post (che quando apro il tuo blog mi pare di avere appeso al PC un arbre magique alle scoregge), il ricondurre tutto agli stronzi è filosofia arguta. Ieri ho pestato una merda per strada e giuro di aver sentito “ahi”… Le divagazioni dettate poi dall’alcol su politici vari, la Sindone ed i parcheggi, angry birds, gli Ipad e le riunioni sono degno corollario al cuore del problema, che è e rimane lo stronzo. Fiat merda. Non è uno slogan contro gli Agnelli, ma una frase latina a te dedicata….

    Liked by 2 people

      • Sai che l’aria salubre dei tuoi post stimola la mia fantasia…di merda. Sei sempre il mio vate….r…i tuoi post si prestano ai commenti più fantasiosi e lasci davvero spazio a tutti 😉 (caffè pagato per questa sviolinata) Pensa a quelli che dicono: “E venne sera”…e giù le risposte: “Parole dolcissime cara, una buona giornata a te!” Grazie, graziella e grazieocazz!…”Che profondità mia cara…ho dovuto rileggerlo tre volte per afferrarne la bellezza” Ci credo che l’hai riletto tre volte, confronto a te Valeria Marini è da premio nobel…e via andare…ahahahah questa è cattivella eh avvocà? 😉

        Liked by 2 people

      • Ahahahau aahahahahaua ahahahahaha cattivella ma le cose cattivelle fanno ridere…maiauai come quelli che mettono le foto e “buona notte” mauauauaua che caaaaxxxo voi commenta’ se non…seee buonanotte ciaoooo 😂 però dai ognuno cefà quel che glie pare…tranne quelli che ancora cagano o cazz co sta storia dei cookies 😂😂😂

        Liked by 1 person

      • ahahahaha vero, vero…ma si la libertà prima di tutto…uno scrive che cacchio gli pare. Ma c’è ancora qualcuno coi cookies? Me sembrano come quei vietnamiti che continuano a trovare ogni tanto ancora nascosti nella giungla che non sanno che la guerra è finita da decenni….ahahahaha

        Liked by 1 person

  4. Uaglió, e tu vorresti farmi credere che DAVVERO hai, durante una riunione con mezzomondo, sfanculato la boss in codesto modo? Più verosimilmente, credo ti sarebbe molto piaciuto…
    Perché asserisco ciò? Perché altrimenti non avrebbe senso un post così .. 😉

    Liked by 1 person

  5. Posso dirti che sei incommensurabilmente esageratamente e assolutamente … UNICO? Tutti sguazziamo nella merda ormai ma solo tu ti elevi su di essa e riesci a parlarne con tanta poesia e soavita . O novello Petrarca, quando comporrai di nuovo per allietarci il core?

    Liked by 1 person

  6. Per niente sei un avvocatolo! L’hai presa talmente in largo, che, quando sei tornato a riva con le retoi piene di pesci, mi sono dimenticato di ridere quello che avevi scritto prima.
    Certo dopo 3 – tre in lettere – ore di sproloqui, l’uccello incazzoso ci stava tutto.

    Liked by 1 person

  7. Il lampione calorifero lento e inesorabile mi ha fatto pensare che io se t’avessi come cp t’ammazzerei credo ma se il dna è una catena nella prossima vita mi piacerebbe rinascere da una costola del tuo di dna, perchè voglio sapermelo fare pur’io un frullato di nuvole e sparare pioggia -a volte acida e a volte di petali- ma disseti e quindi quasi quasi mi fai incazzare pure tu 🙂

    Liked by 1 person

    • Eh…i frullati di nuvole son dietetici come sai, unico inconveniente è che ogni tanto capita qualche piccione eheh….i cp sono stronzi by definition lo sai Gitti avvoInVacanzaDaUnaVitaTranneGliUltimi10DecenniCheImitaGitti

      Like

      • sì sì, è che lo siamo anche noi… sia l’uno ch l’altro… e dai pure… ueilaaaaaa plagio in atto….. 🙂
        (che effetto leggere così, pare di essere a casa) Avv. trascorra una buona domenica, abbracci e baci

        Liked by 1 person

      • e daiiiiii ma di che ti lamenti
        due raviolucci per due lampadine uguale luminose calorie che ci fanno un baffo
        perchè l’estate ce l’abbiamo dentro
        non sulle chiappe 🙂

        Liked by 1 person

      • sì sì, è che lo siamo anche noi… sia l’uno ch l’altro… e dai pure… ueilaaaaaa plagio in atto….. 🙂
        (che effetto leggere così, pare di essere a casa) Avv. trascorra una buona domenica, abbracci e baci

        Liked by 1 person

  8. Leggevo e cercavo, e questa all’improvviso. No scusa, all’intrasatt…

    Chi ò ll’ommo?

    Nun songo nu grand’ommo
    nun songo nu scienziato.
    ‘A scola nun sò gghiuto
    nisciuno m’ha mannato.
    S’ i’ songo intelliggente?
    e m’ ‘o spiate a mme?
    I’ songo nato a Napule,
    che ne pozzo sapè ?!
    Appartengo alla massa…
    a chella folla ‘e ggente 
    ca nun capisce proprio ‘o riesto ‘e niente.
    Però ve pozzo dicere na cosa:
    campanno notte e ghiuomo a stu paese
    pur i’ me sò ‘mparato quacche cosa,
    quaccosa ca se chiamma umanità; .
    Senza sapè nè leggere e nè scrivere,
    da onesto cittadino anarfabbeta,
    ve pozzo parlà; ‘ncopp’ a n’ argomento
    ca certamente ve pò interessà; : chi è ll’ommo.
    Ll’ommo è nu pupazzo ‘e carne
    cu sango e cu cervello 
    ca primma ‘e venì al mondo
    (cioè ‘ncopp’ a sta terra)
    madre natura, ca è sempre priviggente,
    l’ha miso ‘nfunno ‘a ll’anema,
    cusuto dint’o core, na vurzella
    cu dinto tante e tante pupazzielle
    che saccio: ‘o mariuncello,
    na strega ‘e Beneviento,
    nu scienziatiello atomico
    cu a faccia indisponente,
    nu bello Capo ‘e Stato
    vestuto ‘a Pulcinella;
    curtielle, accette, strummolo
    e quacche sciabbulella.
    Penzanno ca ‘o pupazzo
    nu juomo se fa ommo,
    si se vò divertì ,
    chesto ‘o ppò fà; . E comme?
    Sceglienno ‘a dint’ ‘o mazzo
    ca tene dint’ ‘a vurzella,
    chello ca cchiù lle piace
    fra tutte ‘e pazzielle.
    Si po’ sentite ‘e dicere:
    “‘0 tale hanno arrestato!
    Era uno senza scrupolo:
    pazziava al peculato.
    E trene nun camminano?
    ‘A posta s’he fermata?”.
    Chi tene ‘mmano ‘o strummolo,
    pazzianno s’he spassato.
    ‘0 scienziatiello atomico
    ch’ ‘a bomba ‘a tena stretta
    “Madonna! – tremma ‘o popolo-
    E si mo chisto ‘a jetta?”.
    Guardate che disgrazia
    si ‘a sciabbulella afferra
    nu capo ca è lunatico:
    te fa scuppià; na guerra.
    Senza penzà; ca ‘o popolo:
    mamme, mugliere e figlie,
    chiagneno a tante ‘e lacreme.
    Distrutte sò ‘e famiglie!
    A sti pupazze ‘e carne affocaggente
    l’avessame educà; cu ‘o manganiello,
    oppure, la natura priviggente,
    avess’ ‘a fa turnà; nu Masaniello.
    Ma ‘e ccose no… nun cagnano
    e v’ ‘o dich’i’ ‘o pecchè :
    nuie simme tanta pecure…
    facimmo sempe “mbee”.
    (Antonio De Curtis)

    Liked by 3 people

  9. Mi son fatta un sacco di risate…grazie del tuo “mi piace”…e mi è andata bene, con un blog come il mio, avresti potuto fare “l’avvocatolo del diavolo”, tornerò a leggerti per tirarmi su di morale, però non fare la carogna con me altrimenti scappo…ciao buona giornata, Giusy

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s