Certe sere certi silenzi

Certe sere certi silenzi ti squarciano il petto.
Ti lacerano le carni dell’anima.
Allora ti mordi un braccio.
Prima piano.
Hai paura di farti male.
Poi vedi che quello fuori è niente.
Certe sere certi silenzi non li sopporti.
Esplodono.
Crampi allo stomaco.
Capricci dei tuoi battiti ad ogni minuto.
Ti vien voglia di ficcarti due dita in gola e buttar fuori l’anima.
La tua anima, caduta acerba per terra, e poi maturata come certa frutta vien fatta maturare da contadini senza scrupoli: a MAZZATE.
Ti dimostrano che hai creduto in niente per tanto.
Tanto.
Tanto tempo.
Niente di fronte all’eternità.
Ma tanto dentro il tuo cuore.
Proust diceva che in amore c’è un certo qual anacronismo che porta il calendario dei fatti a non coincidere con quello del cuore.
Quando pensi che sia durato 100 anni…anche se non è vero…mordi più forte. Fino a che i denti si toccano tra di loro. In mezzo la tua carne lacerata.
E sei stanco di lacrime.
Stanco di essere sempre nessuno.
Un’altra volta nessuno per chi diceva che eri tutto.
Stanco.
Stanco.
Stanco di chi ritiene tu non valga neppure la pena di una telefonata.
Stanco di chi mente.
Stanco di bugie.
Stanco di disincanto.
Stanco.
Certe sere certi silenzi.
Certe sere.
Certi silenzi.
Certi dolori.
Certe disilussioni.
Certe botte di realtà.
E ti giuri che mai più.
Mai più.

Advertisements

133 thoughts on “Certe sere certi silenzi

  1. certe sere,un susseguirsi di giorni…quei silenzi marchiano il terreno,quel percorso che intravedi si allontana sempre di piú dal tuo offuscato punto di vista. basterebbe quel poco,quel raccontarsi senza piú timori….ma quei dolori ti inchiodano alla realtá

    Liked by 1 person

  2. Io ho messo il like solo per l’intensità del testo, e per come riesci a trasmettere le tue emozioni attraverso la scrittura! Mi dispiace, però, per il tuo stato d’animo, perché comprendo che tipo di serata tu stia passando! Un abbraccio

    Liked by 1 person

  3. ….servono anche momenti come questi. ..per rialzarsi e ricominciare più forti di prima. Mii hai emozionato e fatto riuscire la lacrimuccia. ..te possino avvoca’..😁..un abbraccio forte forte!!!

    Liked by 1 person

  4. è un misto di poesia, di rabbia, rancore e dolore… credo che serva del tempo per chiudere e ricominciare… i tempo lenisce tutte le ferite, basta aver la pazienza di aspettare. Buonanotte Avvocatolo

    Like

  5. Un mio ex mi raccontava che, dopo il ciaone della moglie, stava a casa con la figlia neonata a mordere cuscini, per non diventare matto.
    Poi all’apparenza non doveva sembrare un metodo efficace per lo scopo ma a lui è servito.
    Per dire, magari è meglio che mordersi le carni.
    Oppure una fiorentina, col Chianti, che è meglio dei cuscini.
    O i cuscini per digestivo, insomma le possibilità sono infinite.
    Se stasera non puoi uscire dalla tua testa, come ha detto qualcuno, arredala.

    Liked by 1 person

  6. Stringi i denti ma non sul tuo braccio! Il cane rognoso che ti sta straziando il cuore non sa che tu riuscirai a sconfiggerlo.
    Stringi i denti finché sentirai che mollerà la presa e se ne andrà ringhiando, sconfitto.
    Stringi i denti, perché il sentiero è ancora in salita e pieno di pietruzze insidiose ma una volta arrivato in cima potrai respirare il cielo. Fidati.

    Liked by 3 people

  7. E ricorda sempre …
    ‘A vita è comm’ ‘a scaletta d’o pollaio… curta curta e china ‘e mmerda ” … quindi sarà meglio che conservi le tue braccia per aggrappati a qualche sostegno e non cadere. 😉

    Liked by 1 person

  8. Ehi! Dai che oggi è già un altro giorno – e infatti ho letto di asparagi con annessi&connessi e mi pare che andiamo decisamente meglio.
    Certe botte di realtà, come scrivi tu, servono, almeno a me, a ridimensionare tutto. Mi dirai che potremmo farne anche a meno, e hai ragione, ma sai, insegnano. Mica viviamo in una fiction perenne, eh? Alcuni le credono, però.
    Una serena giornata Max (giusto?), vale anche per asparagi&annessi&connessi. 🙂
    Primula

    Like

    • Grazie Primula. Si. Dico assolutamente che potevo farne a meno di questa botta di realtà. Si sta così bene con gli occhi immersi nelle nuvole dei sogni…pazienza. ci vuole solo pazienza e tempo. Tanto. E si. Va pochino meglio. Non troppo ma pochino si. Cerco di distrarmi e qui ci. riesco benissimo. Grazie a voi.

      Like

  9. Il 21 è aprile, giorno di questo messaggio è pochissimo tempo fa, in più ti hanno anche investito. Mi hai ricordato qualcuno, tipo me. Mi ha fatto abbastanza male leggerti. Bello quando uno sta di merda e l’altro gli parla delle sfigehe sue eh? Ah, la cosa del tempo che aiuta è bla bla bla , non è vero. E’ una legenda metropolitana ma anche montana, campagna, mare è una stracazzo di balla insomma. Ma te lo dico piano, tanto oggi sei ubriaco, no? Sei un po’ sorprendette “cazzone”.

    Liked by 1 person

  10. Pingback: Pregiudizi su pregiudizi | avvocatolo

  11. Ma come si fa a tenere il punto con te… Mi spiace aver letto questo post solo ora,altrimeni sarei corsa anche io a strapparti un sorriso… In realtà anche uesti momenti servono a crescere e anche se dolorose queste sensazioni meritano di essere vissute per scoprirsi più forti,capire quanto valiamo e soprattutto…cosa si sono persi… Camminando in queste tue pagine si scopre che sei uno che sa ridere,scherzare,essere sarcastico ed autoironico,sa essere serios sa anche dtare male…perche bisogna saper stare male ed a cavalcare queste emozioni ci vuole coraggio.

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s