La saga del chiodo (parlerei del tassello se potessi) – Parte VI

Un bellissimo spreco di tempo, un’impresa impossibile (Baciami ancora – Jovanotti)


∗∗∗∗∗
“Una forza della natura. Tipo marea. Di Merda.”
Il Vernacoliere


∗∗∗∗∗
“Se Django ha aperto la porta e 12 Anni Schiavo l’ha spalancata, La Saga del Chiodo l’ha richiusa”
Los Angeles Times


∗∗∗∗∗∗
“Più avvincente di una puntata dello Zecchino d’Oro”
Il Corriere dei Piccoli



Un film da non vedere: povero di contenuti (ps. Si informa Avvocatolo che l’assegno del suo agente pubblicitario era cabriolet)
The (in)dependent



Uno studio spoglio.

Una parete di Roccia e/o Burro

Un martello dispettoso

La sua vita ha ispirato milioni di coglioni a fare da sè il faidate (chi fa da sé non lo fa per tre né per te).

La Straordinaria Storia Vera di Avvocatolo

3 Nomination Agli Oscar tra cui:

Miglior Attore Non Protagonista (nè coprotagonista, nè tantomeno secondario, ma nemmanco comparsa)

Miglior Attore Involontario

Migliore Sceneggiatura Non Originale e Non Sceneggiata

“LA SAGA DEL CHIODO”

Un film di Avvocatolo

Ad Aprile nei peggiori Cinnemi di Caracas


NELLE PRECEDENTI PUNTATE

Tanto và il chiodo al burro che ci perde la testina – Una depinzatrice affettuosa, attaccata al cuore – lo sgabello non si trova – poi si trova perdendo i chiodi – il mistero del martello scomparso – e poi riapparso – non sempre si fa carriera salendo una scala – il chiodo già c’era, quello del bastone della tenda.


Dopo aver appeso il quadro al chiodo del bastone della tenda, in posa da Peter Pan osservo il mio stupefacente lavoro, con malcelato orgoglio. E tu, Pippazzo, eh, che volevi chiamare il tuttofare di studio, eh, ora che è?, non ridi più, eh?

Ma il mio occhio per nulla autoindulgente e, al contrario, fortemente autocritico, mi induce alla massima severità con me stesso: il quadro potrebbe essere pericolante nella sua sbilenchità, benchè penda di un’inezia, 40 cm al massimo (sul lato corto).

E’ stato proprio allora che il mio senso autocritico, superando gli ostacoli dell’auto-indulgenza, mi ha illuminato, un’illuminazione che solo un autentico fai-da-te-man (con spiccattissimo senso autocritico) poteva avere: UN TASSELLO!

Qui ci vuole un tassello.

Più sicuro, veloce, garantito.

L’opera è solo rimandata, devo portare il trapano da casa.

Il giorno seguente preparo tutto: due cacciaviti, una livella, una matita, non lascio nulla al caso vedete?, persino il trapano.

Benché non ce ne sarà mai e poi mai il bisogno, per la mia naturale tendenza alla prudenza eccessiva aggiungo un vasetto di stucco, della cartavetrata e una latta di vernice bianca, un pennello, acqua ragia.

Ho voglia di cominciare prestissimo, prima che tutti gli altri si sveglino, quindi arrivo in ufficio che non sono ancora le 11 del mattino.

Mi dirigo a passo marziale – sembro Alberto Sordi nella marcia di Esculapio, con tanto di codazzo – verso il mio ufficio già con la mente, anzi con un piede della mente, sul primo piolo della scala.

Entro nell’ufficio, spalanco la porta e la tengo spalancata con la mano sulla maniglia, non la lascio andare anche se ho infossato l’altra maniglia, sull’altra faccia della porta, di 3 cm nel Muro di Roccia e/o Burro (in quel punto, Burro fuso), e una domanda subitanea si sporge – sbilenca come il quadro – dalle mie labbra spandendosi flebilmente nei 7 piani del palazzo (e dei 4 isolati adiacenti):

Chi cazzo ha preso quella fottutissima scala?

Advertisements

31 thoughts on “La saga del chiodo (parlerei del tassello se potessi) – Parte VI

  1. Uau… Neanche GuerreStellari o Il signore degli Anelli m’ha preso così, altro che! Siamo a “il ritorno del faidaté”, il martello colpisce ancora, danni collaterali, la scala fantasma, tutti riuniti in un unico racconto a puntate!
    Ammirato sinceramente.

    Liked by 1 person

  2. Pingback: La saga del chiodo (e di tanta altra robba) – Parte VII | AVVOCATOLO

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s