Non è tutta merda ciò che puzza

Man mano che resti in un posto, le cose e le persone si sbracano, marciscono, e si mettono a puzzare apposta per te (Cèline – Viaggio al termine della notte)

Cèline aveva ragione.

Se resti per un tempo sufficientemente lungo in uno stesso posto, gli oggetti stessi, oltre alle persone che, come te, restano, cominciano a marcire e puzzare.

Ciò non vuol dire che è tutta merda intorno a te, ma la puzza di solito è un grave indizio.

Silvia non ha capito.

Del resto nessuno le ha spiegato granché.

Il boss le ha detto in una riunione di staff (vale a dire davanti a tutti i colleghi, me compreso, del dipartimento):

Silvia, come ti vedi a 5 anni da ora?“.

Un bel po’ più grassa…”

Intendevo dove, più che come“.

Come?“.

Dove“.

Quando?”.

“Seee fuori piove…Sivlia le aspirazioni, ci vogliono, le aspirazioni, aspirazioni adeguate, tu mi capisci”.

“Mi stai proponendo di diventare senior? Ma è fantast…”

“No, no, per ora no, ma lasciamo passare tempo, magari, che ne sai, ti guardi intorno e vedi altre porte”

Silvia esce dall’unica porta che è in grado di vedere, quella dell’ufficio del boss.

Il boss è il primo a rompere l’imbarazzato silenzio che è sceso sullo staff, tutto al corrente dell’imminente siluramento di Silvia:

“Secondo voi ha capito?”.

“NO, decisamente NO”.

“Beh, non è tutta merda ciò che puzza, Silvia lo sa”.

La libreria polverosa alle sue spalle ha lanciato un sinistro scricchiolio, mentre spandeva un laido putóre.

Advertisements

16 thoughts on “Non è tutta merda ciò che puzza

    • E se posso dire a me non è parso cinico. E Cèline non è parso antisemita. So bene che i critici e i veri colti la pensano diversamente, ma a me ha trasmesso una strana jouye de vivre. Mi è parso che volesse mettere uno specchio alla sua anima e far vedere tutto al rovescio…

      Liked by 1 person

      • si, in effetti più che cinico avrei voluto dire crudo, vero, libero da ogni architettura, dettato dalle viscere e alle viscere diretto. io ho amato profondamente quel libro. e alla fine, sì, ti trasmette (o almeno mi ha trasmesso) più che una gioia direi una necessità di vivere, più forte di tutto. Gran bel genio quel Cèline

        Liked by 1 person

      • Vero verissimo. Mi son ripromesso di leggerne altri di suoi libri ma ho sempre la lista d’attesa piena! I libri mi vengono a cercare col numerino in mano come dal macellaio 🙂

        Liked by 1 person

  1. PS: sì, mi sto leggendo tutti i post perchè la curiosità è femmina e perchè è sabato e sono sola a casa e perchè è ancora troppo presto per infornare la sbriciolata di frolla con ricotta e fondente

    Liked by 1 person

      • ahahha ho infornato alle 20.00, se proprio lo vuoi sapere. Così prima potevo continuare a leggere un po’ di cose di avvocatolo, poi infornare\sfornare e dopo cenare beatamente, Comunque se un giorno farò la panettiera a San Francisco t’avviso subito 😉

        Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s